La cristalloterapia ed i suoi benefici

La cristalloterapia ed i suoi benefici

Per cristalloterapia si intende una disciplina olistica focalizzata sull’utilizzo di cristalli, pietre e minerali di varie forme e colori al fine di raggiungere uno stato di benessere psico-fisico stimolando le risorse energetiche naturali.

La cristalloterapia si fonda sul presupposto secondo cui ogni corpo possiede un peculiare campo energetico, il quale interagisce con gli eventi esterni. In particolare i cristalli, sono in grado di emanare energie purificatrici che vengono assorbite a livello energetico dal nostro organismo, come vibrazioni costanti.

L’utilizzo della cristalloterapia ha origini molto antiche, infatti le proprietà di pietre e cristalli e la loro efficacia furono scoperte migliaia di anni fa dalle civiltà Eizie e Maya che le utilizzavano durante le cerimonie e viene ad oggi molto usata in India e nei paesi orientali.

Cos’è e come funziona la cristalloterapia?

Il concetto base della cristalloterapia è quello secondo cui l’uomo è in grado di assorbire e trasformare le energie attraverso i Chakra. I Chakra sono le porte di accesso del flusso energetico vitale del nostro corpo.

Ciò che molto spesso trascuriamo è ciò che non siamo in grado di vedere, come ad esempio l’energia che percorre ogni minimo strato della materia.  Noi stessi siamo fatti di energia e l’energia stessa pervade ogni cosa.

Il principio alla base della cristalloterapia è proprio la capacità di modificare l’energia di alcuni corpi attraverso le vibrazioni in movimento emanate dalla pietra stessa.

I cristalli e le pietre sono minerali presenti in natura. Essi costituiscono la maggiore componente nel nostro pianeta e nell’intero universo. I cristalli e le pietre sono strutture armoniche create dalla natura, capaci di riequilibrare e riordinare qualunque energia entri in contatto con essi.

Ci sono diversi tipi di pietre e cristalli che vengono usati nella cristalloterapia. Ognuno di questi ha una valenza e un significato e vengono scelti in base al momento presente che si sta affrontando.

Quali sono i benefici della cristalloterapia?

La cristalloterapia interviene a diversi livelli:

fisico
emotivo
mentale
spirituale

La seduta si snoda in un percorso basato sul sentire e sull’ascolto di sé.

La regolarizzazione energetica delle pietre viene consigliata in casi di stress emotivo, il quale porta a insonnia, ansia e mal di testa dovuto alla tensione.

La rimozione dei blocchi energetici tramite i cristalli  spesso è coadiuvata da altre pratiche come ad esempio l’aromaterapia ed il Reiki.

La cristalloterapia viene solitamente  utilizzata da naturopati e da operatori olistici competenti in grado di aiutare il soggetto a ritrovare in sé l’energia mentale e fisica per affrontare  il proprio percorso di vita.

A ogni cristallo corrisponde un segno zodiacale, oltre a una gamma di colori tra cui una pietra può spaziare.
Il cristallo si evolve insieme a chi lo possiede, perché ha la capacità di entrare in risonanza con le intenzioni di chi li usa.

Come utilizzare pietre e cristalli per sfruttare al meglio le loro proprietà

Pietre e cristalli  possono essere una parte del mondo che vi circonda ad aiutarvi a ristabilire l’equilibrio biopsicoenergetico. Alla base di tutto l’universo c’è l’energia, le pietre vibrano di un’energia primordiale, donando energia portano un cambiamento, bilanciano quando si è in un disequilibrio.

Ci sono molti modi per lavorare con i cristalli si possono indossare, posizionare sul corpo, vicino ad un oggetto o semplicemente all’interno di una stanza.

Indossare i cristalli: i cristalli assorbono e trasmettono energia, per questa ragione indossarli può essere di aiuto;
Posizionare i cristalli: durante un trattamento di cristalloterapia si posizionano su una parte del corpo per ottenere l’effetto specifico che occorre, quasi sempre di posizionano sui chakra;
Meditare con i cristalli: in questo caso aiutano a distendere la mente e allo stesso tempo ricevere incredibili intuizioni, i cristalli possiedono milioni di anni e hanno in memoria un numero incredibile di informazioni;
Dormire con i cristalli: posizionandoli sotto il cuscino aiutano a interferire con i dubbi e le paure.

Come scegliere la pietra giusta

Nella scelta di un cristallo o di una pietra l’intuizione è molto importante. Si deve sentire un’attrazione particolare verso il colore, la forma e la grandezza.
Cristalli e pietre terapeutiche: alcuni esempi di cristalli utilizzati nella cristalloterapia

Cristallo di rocca

Il Cristallo di Rocca o Quarzo Ialino rivitalizza le zone insensibili, fredde e rigide, riequilibra le funzioni del cervello, rafforza i nervi e stimola le ghiandole e la circolazione, infonde energia, lenisce i  dolori e favorisce l’eliminazione  delle tossine.

È una delle pietre più utilizzate in cristalloterapia, utile per lavorare sul settimo chakra e su tutti quanti gli strati dell’aura.

Occhio di tigre

L’Occhio di tigre vibra con i chakra inferiori e aiuta a sviluppare volontà e ottimismo.
Viene impiegato per armonizzare i centri energetici insieme ad altri minerali e non lavora solo sul primo chakra e l’aura, ma anche sulle altre pietre, amplificando la loro portata.

Smeraldo

Il suo colore verde apporta l’energia tipica della natura, donando protezione, empatia e amorevolezza.
Le proprietà dello smeraldo sono davvero numerose. Ritenuta capace di migliorare la memoria e aiutare a rendere chiari i pensieri. Porta alla luce i pensieri più profondi, rendendoli noti alla mente conscia.

Lapislazzuli

Sono splendide pietre collegate alla spiritualità e alla regalità. I lapislazzuli migliorano la creatività e le capacità comunicative.

Il lapislazzuli lavora sia sul chakra della gola, sia sul terzo occhio. Sul piano spirituale questa pietra rende l’individuo più consapevole ed equilibrato. Scarica l’energia di troppo da questi centri energetici e possiamo controllarli meglio. Quando il chakra della gola è in armonia ci sentiamo liberi di dire finalmente il nostro pensiero.

Topazio

Il Topazio è legato all’energia del Sole, conferisce a chi lo indossa praticità, ottimismo e allegria.
Può stimolare praticamente tutti i chakra del corpo, soprattutto quelli “alti”, riequilibrando pensieri e emozioni.

Quarzo rosa

Nota come pietra dell’amore, aiuta a superare vecchi dolori, a raggiungere una buona autostima e una piena accettazione di se stessi.

Il quarzo rosa ha tante proprietà che portano benefici sia al corpo che alla mente. Secondo i cultori di questa pietra, indossando il quarzo rosa, si avverte piano piano un tangibile senso di liberazione dalle angosce quotidiane e un senso di apertura verso la sfera affettiva.

Tormalina nera

La Tormalina nera aiuta a proteggerci dai campi elettromagnetici, ottimo l’utilizzo di  metterla vicino al pc, tv e al wifi.

La tormalina nera è una pietra fantastica soprattutto per schermarvi dalle onde elettromagnetiche del computer ma anche dalle energie negative. Potete infatti indossarla se siete in cerca di uno scudo che tenga lontane da voi le energie e i pensieri sgraditi.

Come purificare le pietre

Non tutte le pietre vanno purificate nello stesso modo. Alcune pietre come la tirmalina e la pirite non amano l’acqua, ma amano la terra.

Generalmente vanno lavate sotto l’acqua corrente fredda per almeno 20 secondi, poi asciugatele con un panno morbido di fibra naturale.
Per purificare tormalina e pirite mettetele in un vasetto di terra e poi esponetele ai raggi del sole.
Cosa fare quando si rompe una pietra

Le pietre se non cadono, terminano il loro scopo rompendosi. In questo caso si possono sotterrare in un vaso con una piantina è molto importante ridarle alla natura o in un fiume che scorre.

Il trattamento di cristalloterapia

Le pietre più usate in un trattamento di cristalloterapia sono generalmente: Ametista, Lapislazzuli, Tormalina nera, Quarzo citrino, Occhio di tigre, Avventurina verde, Quarzo rosa,  Agata, Ambra, Diaspro, Corniola,  Selenite, Onice nera e Pirite.

La cristalloterapia è una tecnica mediante la quale si ristabilisce l’equilibrio energetico del corpo e consente di esercitare un’azione preventiva e benefica su eventuali squilibri dell’organismo.

La durata del trattamento è di circa 60 minuti.
Generalmente la cristalloterapia viene abbinata ad altri trattamenti come il reiki o la meditazione guidata, con un numero di cicli da concordare con l’operatore.

La cristalloterapia ed i suoi beneficiultima modifica: 2021-11-30T13:00:29+01:00da gioluz
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment